NEL VORTICE: JUMBO, STORIA DI UN AMORE SCI-FI

Una proiezione-evento per ragazze e ragazzi che abbiano voglia di salire sulla giostra dell’emozioni


Quanto è difficile crescere? C’é da impallidire al solo pensiero! Lo sanno bene i ragazzi (anche se non lo dicono) e lo sanno bene anche gli adulti, siano essi insegnanti o genitori chiamati a svolgere il gravoso compito educativo, che dovrebbe assicurare quella rete di sicurezza pronta a essere tesa a ogni caduta.

Pensare alla crescita significa pensare a un viaggio, a uno spostamento nello spazio e nel tempo che può raggiungere una velocità davvero esplosiva. Oggi bambini, lasciati intorpiditi in un universo microscopico di oggetti ed esigenze dominato dallo sguardo di un adulto, domani, quasi in un batter d’occhio, ragazzi, catapultati violentemente fuori da questo universo e, come nel bel mezzo di una burrasca, travolti dalla spinta delle correnti, distanti dalla linea rassicurante della riva.

Crescere significa attraversare questa burrasca. Oppure, perché no, salire su una giostra, una di quelle che ruotano veloci, vorticosamente, e che fanno sì perdere l’orientamento ma anche fanno divertire, stimolando scariche adrenaliniche mai provate prima. Una giostra che ti fa venire voglia di risalirci, insomma, ancora e ancora, capace di aumentare la sua velocità fino a far perdere i sensi…

Quest’anno, per la consueta proiezione dedicata a studenti e insegnanti, abbiamo scelto Jumbo, un’opera preziosa che ha stregato la platea del Sundance Film Festival e che vogliamo possa essere vissuta non solo come esperienza di intrattenimento ma anche di crescita e consapevolezza.

Esordio della regista belga Zoé Wittock, Jumbo è una fiaba sci-fi che accarezza le pagine del romanzo di formazione (o cinematograficamente parlando, i fotogrammi di un Coming of Age Movie). Storia d’amore tra l’adolescente Jeanne, custode in un luna park, e una giostra coloratissima dai lunghi tentacoli e dall’inattesa capacità di creare una connessione emotiva oltreché corporea con la ragazza, Jumbo è il film destinato a lasciare il segno dello SCI-FI Education Program edizione 2020.

Attorno a Jeanne, una variegata costellazione di familiari e coetanei, proprio come nella vita che sta fuori dallo schermo cinematografico, ora resta a guardare, ora distoglie lo sguardo: quasi a voler sottolineare l’incapacità degli altri di comprendere profondamente la straordinaria complessità di una relazione così insolita che è affettiva, corporea, cognitiva.

Attraverso Jumbo, dunque, proponiamo a ragazze e ragazzi di provare a decifrare insieme le infinite forme della crescita, a percepire tattilmente la potenza del primo amore e a esplorare quanto possa essere travolgente il desiderio di trovare una posizione nel mondo.

La proiezione-evento di Jumbo si svolge in collaborazione con LongTake e con l’Associazione CLIC di Trieste.

Giovedì 29 ottobre 2020

Proiezione per ragazze e ragazzi delle classi quinte delle scuole superiori di secondo grado*
MyMovies.it e Zoom
ore 8:30 – 11:00
Partecipazione gratuita, previa prenotazione tramite mail da parte dell’insegnante
all’indirizzo educazione@lacappellaunderground.org

*ATTENZIONE! Il film è un’opera che tratta i temi dell’affettività, dell’amore, della sessualità dei giovani. Il film non è vietato ai minori di 18 anni ma presenta alcune scene dai contenuti sessuali. Pertanto è richiesto a ciascun insegnante che intende prenotare la partecipazione della classe, di tenerne conto.

Per prenotazioni e informazioni, scrivere a educazione@lacappellaunderground.org