A Century of Model Animation – Signed copy

150.00 

A Century of Model Animation
di Ray Harryhausen, Tony Dalton

Lingua inglese | Copia autografata

La tecnica dell’animazione del modello in stop-motion, ovvero dare vita ai modelli filmandoli un fotogramma alla volta, era il modo più importante per creare mostri cinematografici e creature fantastiche prima dell’avvento delle immagini generate al computer. È una tecnica che sarà associata per sempre ai nomi di Willis O’Brien, il creatore di King Kong, e Ray Harryhausen, i cui film hanno entusiasmato una generazione di spettatori del secondo dopoguerra. Ma le prime animazioni di modelli grezzi furono realizzate negli anni 1890 e nei primi due decenni del ventesimo secolo i pionieri della produzione di cortometraggi animati prima che O’Brien creasse i primi due film d’animazione, Il mondo perduto e King Kong negli ultimi giorni del cinema muto. . Inoltre, l’animazione del modello in stop-motion è ancora viva e fiorente, in particolare nel lavoro dei registi Tim Burton e Nick Park di Aardman Animation, le cui creazioni di plastilina hanno recitato in grandi successi come Chicken Run e The Curse of the Were-rabbit. In questo libro Ray Harryhausen e il suo coautore Tony Dalton ripercorrono la storia del genere a cui Ray ha dedicato tutta la sua vita lavorativa, dalla scoperta quasi accidentale che oggetti inanimati potevano essere portati in vita sullo schermo a film come Jurassic Park, che ha combinato l’animazione del modello con tecniche computerizzate per dare vita a una nuova generazione di creature preistoriche. In tal modo offre ai suoi lettori un’affascinante visione della pazienza e dell’ingegno degli animatori, spiega lo sviluppo e il perfezionamento della tecnologia, in particolare quella che ha consentito agli attori e ai modelli animati di interagire sullo stesso schermo, e ci offre scorci allettanti del molti progetti abbandonati che sporcano la storia dell’animazione dei modelli. Il libro è riccamente illustrato con fotogrammi, molti dei quali tratti da film dimenticati e mai pubblicati prima in forma di libro, schizzi e storyboard per progetti, diagrammi esplicativi, rare fotografie di animatori e artisti al lavoro e una miriade di cimeli.

5 disponibili

Categoria:

Descrizione

A Century of Model Animation
di Ray Harryhausen, Tony Dalton

Lingua inglese | Copia autografata

La tecnica dell’animazione del modello in stop-motion, ovvero dare vita ai modelli filmandoli un fotogramma alla volta, era il modo più importante per creare mostri cinematografici e creature fantastiche prima dell’avvento delle immagini generate al computer. È una tecnica che sarà associata per sempre ai nomi di Willis O’Brien, il creatore di King Kong, e Ray Harryhausen, i cui film hanno entusiasmato una generazione di spettatori del secondo dopoguerra. Ma le prime animazioni di modelli grezzi furono realizzate negli anni 1890 e nei primi due decenni del ventesimo secolo i pionieri della produzione di cortometraggi animati prima che O’Brien creasse i primi due film d’animazione, Il mondo perduto e King Kong negli ultimi giorni del cinema muto. . Inoltre, l’animazione del modello in stop-motion è ancora viva e fiorente, in particolare nel lavoro dei registi Tim Burton e Nick Park di Aardman Animation, le cui creazioni di plastilina hanno recitato in grandi successi come Chicken Run e The Curse of the Were-rabbit. In questo libro Ray Harryhausen e il suo coautore Tony Dalton ripercorrono la storia del genere a cui Ray ha dedicato tutta la sua vita lavorativa, dalla scoperta quasi accidentale che oggetti inanimati potevano essere portati in vita sullo schermo a film come Jurassic Park, che ha combinato l’animazione del modello con tecniche computerizzate per dare vita a una nuova generazione di creature preistoriche. In tal modo offre ai suoi lettori un’affascinante visione della pazienza e dell’ingegno degli animatori, spiega lo sviluppo e il perfezionamento della tecnologia, in particolare quella che ha consentito agli attori e ai modelli animati di interagire sullo stesso schermo, e ci offre scorci allettanti del molti progetti abbandonati che sporcano la storia dell’animazione dei modelli. Il libro è riccamente illustrato con fotogrammi, molti dei quali tratti da film dimenticati e mai pubblicati prima in forma di libro, schizzi e storyboard per progetti, diagrammi esplicativi, rare fotografie di animatori e artisti al lavoro e una miriade di cimeli.

Back to Top