«Il futuro è già cominciato per Trieste»

9-18 luglio 1964.
Durante la seconda edizione del Festival Internazionale del Film di Fantascienza di Trieste, dal 9 al 18 luglio, vengono realizzate le riprese di un documentario che sarà presentato sullo schermo di San Giusto l’anno successivo con il titolo I giorni dei mostri e delle astronavi, di Italo Soncini.
L’Asteroide d’oro è assegnato a The Damned di Joseph Losey (GB).
Nella saletta del corpo di guardia del Castello è allestita a cura dell’USIS (United States Information Service) la mostra Ieri fantascienza, oggi realtà. Fra i gioielli esposti, un esemplare di “Telstar”, prima serie di satelliti artificiali utilizzati nelle telecomunicazioni, come ad esempio per le trasmissioni televisive in diretta.
Nelle Armerie è invece di scena Arte Fantastica con opere, fra gli altri, di Dalì, Mirò, Ernst, Magritte, Crippa.
Giuria: Stelio Rosolini, Guido Fink, Libero Mazzi, José M. Podestà, Sam’l Steinman
Astronave d’oro
The Damned
Joseph Losey
Sigillo d’oro città di Trieste
Popletema Planeta
Pavel Prochazha

Film in concorso

Un soir… par hasard / Ivan Govar
Atragon / Ishirô Honda
Base Luna chiama Terra / Nathan Juran
Clown Ferdinand and the Rocket / Jindrich Polák
Hallucination / Joseph Losey
Matango il mostro / Ishirô Honda
Sojoux 111 Terrore su Venere / Kurt Maetzig
S.O.S. naufragio nello spazio / Byron Haskin
Steps to the Moon / Ion Popescu-Gopo
Viaggiatori del tempo / Ib Melchior