[Az eröd] Ungheria, 1979, colore, 35 mm, 119′
di Miklós Szinetár
Sceneggiatura Miklós Szinetár – Fotografia Miklós Bíró – Montaggio Ferencné Szécsényi – Musiche Gábor Presser –
Interpreti Bella Tanai, Sándor Oszter, István Kovács, Jozsef Madaras, Jácint Juhász – Produttore Lajos Ovari

Sembra che questo fantasy misantropico su un centro turistico sia stato scritto da Hernadi per Miklos Jancso ben prima dell’uscita de Il mondo dei robot (Westworld, 1973), del quale tocca gli stessi temi. L’istituto, che si trova su un terreno privato, si chiama Victory Line e offre uno speciale programma di intrattenimento di gruppo. I turisti annoiati possono venire a organizzare dei Wargames, ma ben presto si renderanno conto che i cadaveri che producono sono reali: all’inizio questo, prima che i sopravvissuti entrino davvero nello spirito giusto , crea il panico. Le vicende sembrano prendere i toni della commedia nera e alla fine interviene lo Stato, che chiude il campo ma ne arruola la direttrice per allenare le unità di commando in vista di una guerra su larga scala. Il gruppo di attori che interpreta i vacanzieri è in assoluta armonia, perfetto nel restituire un atteggiamento di superficialità.