His Master’s Voice [Az Ur hangja]

EDIZIONE 2018

Hungary, Canada, 2018, 100’
di Gyorgy Palfi
anteprima europea/european premiere
Méliès d’argent competition
Sceneggiatura/Screenplay Gyorgy Palfi, Zsofia Ruttkay, Gegő Nagy V. – Fotografia/Cinematography
Gergely Poharnok – Montaggio/Editing Reka Lemhenyi – Suono/Sound Imre Madacsi – Musica/Music Abris Gryllus – Scenografie/Set Design Adrien Asztalos – Interpreti/Cast Csaba Polgar, Eric Peterson, Adam Fekete, Angelo Tsarouchas – Produttori/Producers Ferenc Pusztai, Michael A. Dobbin, Charles V. Bender, Emilie Blezat – Produzione/Production KHM Film, Quiet Revolution Pictures – Distribuzione internazionale/International Distribution Hungarian National Film Fundù

Péter, protagonista del film, è un trentenne che crede di aver riconosciuto, in un documentario su un misterioso incidente, il padre, il quale abbandonò l’Ungheria comunista negli anni ’70 (a quel tempo un reato penale) e di cui da allora nulla si è più saputo. Péter si reca in America e, dopo una movimentata ricerca, ritrova il padre, assieme alla sua nuova famiglia. Il ricongiungimento porta con sé varie conseguenze e validi insegnamenti tanto per il figlio quanto per il padre. Inoltre, il mondo viene a sapere che l’universo, finora muto, ha risposto alle nostre chiamate: non siamo soli. Basato sull’omonimo romanzo di Stanislaw Lem.