No Man Beyond This Point

EDIZIONE 2015

Canada, 2015, 80’
di Mark Sawers
con Atrick Gilmore, Kristine Cofsky, Tara Pratt, Rekha Sharma, Morgan Taylor Campbell

Immaginate un mondo dove, dal 1953, le donne sono in grado di riprodursi senza gli uomini e non partoriscono più figli maschi. Ora, 60 anni più tardi, questo spassoso mockumentary segue le gesta dell’uomo più giovane al mondo, il trentasettenne Andrew Meyers. Andrew lavora come domestico per una famiglia di sole donne e si ritrova al centro di una battaglia che mira ad impedire la scomparsa degli uomini. No Men Beyond This Point pone una semplice domanda: gli uomini si stanno estinguendo, vale la pena di salvarli?
“Quando ho finito il mio primo lungometraggio, volevo subito farne un altro. Però non avevo una sceneggiatura pronta, e tanto meno delle idee per una storia. C’era solo la voglia di fare un film. Una cosa di cui ero certo è che non volevo affrontare un lungo processo di pre-produzione… che opzioni avevo? Ho quindi deciso che avrei fatto un film a bassissimo budget (meno di 50.000 dollari), così, una volta che avessi avuto una sceneggiatura, sarei potuto partire subito. Non solo, quindi, dovevo farmi venire in mente la sceneggiatura, ma dovevo anche stare entro gli stretti limiti che mi ero imposto. Prima di tutto, le location avrebbero dovuto limitarsi alla mia casa e, al massimo, alla strada o al quartiere intorno; poi, avrei dovuto utilizzare un numero limitato di attori. Ed ecco che mi viene l’idea di questo mondo dove le donne sono asessuate e i maschi non nascono più, e tutta la storia delle limitazioni è finita fuori dalla finestra. Abbiamo, infatti, girato il film in 30 luoghi diversi, con un cast di più di 100 attori e scene che coprono un periodo che va dal 1953 a oggi. Comunque, alcune scene alla fine le abbiamo davvero girate a casa mia.” – Mark Sawers