La casa dalle finestre che ridono

EDIZIONE 2002 | EDIZIONE 2016

Italia, 1976, colore, 35 mm, 110′
di Pupi Avati
Sceneggiatura Antonio Avati, Gianni Cavina, Maurizio Costanzo, Pupi Avati – Fotografia Pasquale Rachini – Montaggio Giuseppe Baghdichian – Musiche Amedeo Tommasi – Interpreti Lino Capolicchio, Francesca Marciano, Gianni Cavina, Bob Tonelli

La narrazione ha per centro un affresco. E’ un martirio di S. Sebastiano in gran parte ricoperto dalla muffa. Stefano, un restauratore, è stato incaricato di provvedere al suo ripristino. L’affresco è posto all’interno di una chiesa di un paese del ferrarese. Stefano scopre immediatamente che qualcuno vuole che il restauro venga fatto. Vecchie storie, vecchie leggende, alcune delle quali terribili, riprendono vita, riprendono corpo credibilità nel corso del lavoro. Si scopre cosi che l’autore del dipinto aveva due sorelle, due vecchie pazze, legate da uno strano amore al fratello. Dopo la morte del pittore, le due vecchie avevano continuato le loro abitudini praticando singolari riti macabri al fine di ridare vita al cadavere del fratello defunto.

csc