Frankenstein 200

Frankenstein viene pubblicato per la prima volta 200 anni fa. L’autrice mantiene l’anonimato, in modo che nessuno potesse sospettare che si trattasse di una femminista, adolescente, radicale e scappata in Italia.

Mary Shelley così dà vita a Victor Frankenstein, e Victor Frankenstein dà vita alla sua creatura. Quel puzzle di cadaveri rubati, cuciti assieme e dotati di scintilla vitale, oltre che di un “cervello anormale”, che da sempre soggiorna nel nostro immaginario.
È il 1931 quando quel mostro si reincarna nuovamente, nel corpo di Boris Karloff: l’alta statura, la testa piatta, gli elettrodi fissati al collo, le grandi scarpe dalla suola metallica, l’incedere lento e minaccioso creano un identikit che si fisserà per sempre nella nostra memoria.

Il mostro di Frankenstein è mito, letterario e cinematografico. E il TS+FF 2018 festeggia insieme a lui il suo duecentesimo compleanno, con film, sonorizzazioni dal vivo ed eventi speciali:

PROIEZIONI:
Martedì 30 ottobre – ore 23:00 – Teatro Miela
FRANKENSTEIN, IT’S A LIVE
Il corpo di Boris Karloff, la creatura di Mary Shelley, la musica degli OvO. Uno dei più grandi miti del cinema di tutti i tempi rivive ancora a distanza di 200 anni. E stavolta rivive di nuovi impulsi elettronici, con una sonorizzazione dal vivo che farà resuscitare anche i morti.

INCONTRI:
Giovedì 1 novembre – ore 10:00 – Café Rossetti
FRANKENSTEIN 200
Con Alfredo Castelli (fumettista, scrittore)
Modera: Fabio Pagan (giornalista scientifico)
Si parte dalla creatura di Victor Frankenstein, uno dei miti più famosi di tutti i tempi. In occasione dei duecento anni dalla prima edizione del “Frankenstein” di Mary Shelley, alle 10 Alfredo Castelli illustrerà le molteplici forme in cui, dal 1818 in poi, ha preso vita il mito di Frankenstein: romanzi, racconti, film, cartoni animati, parodie, adattamenti teatrali… Il fumettista e critico letterario italiano ha appena pubblicato “Frankenstein illustrato” (AC Press Edizioni).

Giovedì 1 novembre – ore 11:00 – Café Rossetti
IT’S ALIVE!!! ALLA RICERCA DEL SACRO GRAAL
Con Francesco Loffredo (International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology, Università degli Studi di Trieste)
Modera: Simona Regina (giornalista scientifica)
Francesco Loffredo ci accompagna dentro i laboratori di ricerca dove si studiano i segreti della longevità. Negli ultimi due secoli, grazie ai progressi della tecnica e della medicina, è più che raddoppiata la nostra aspettativa di vita. E ora, grazie alla possibilità di usare le cellule staminali per rigenerare organi o tessuti danneggiati e di correggere difetti ereditari possiamo ambire all’immortalità? Ma a quale costo? Il ricercatore dell’Istituto Interazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie (ICGEB) e dell’Università di Trieste spiegherà perché proprio nel sangue è possibile cercare il segreto che può allungare la vita e mitigare gli effetti dell’invecchiamento.

EDUCATION:
Domenica 4 novembre – ore 15:30 – Teatro Miela
FRANKENSTEIN, CHE MERAVIGLIA! Tra letture e visioni
I piccoli lettori scopriranno uno dei mostri più affascinanti della letteratura e del cinema, capace di far paura, ma anche di far riflettere e commuovere.
Un incontro ideato con il Sistema Bibliotecario Giuliano, riservato ai ragazzi dai 10 ai 13 anni.