Guerriero – il Premio Asteroide 2018

di Giuliano Comelli

Il Premio Asteroide di quest’anno è la rielaborazione di uno dei “Guerrieri”, serie realizzata da Giuliano Comelli qualche anno fa utilizzando esclusivamente materiale riciclato. L’idea nacque in un periodo in cui l’artista non disponeva di un vero e proprio studio: provò, quindi, con l’utilizzo di colla calda e il rivestimento di garza poi pitturata, a mettere assieme oggetti di uso quotidiano, mantenendo la loro riconoscibilità ma al tempo stesso creando qualcosa di nuovo.

La serie era accomunata dalla presenza di un’arma e di uno scudo. Figure vagamente inquiete e ispirate ai “basilischi”: esseri artificiali, composti per assemblaggio virtuoso di pezzi e parti, che andavano ad arricchire le collezioni custodite nelle “Wunderkammer”.

Il personaggio prescelto, all’interno della serie, per trasformarsi a sua volta nel Premio Asteroide 2018 rappresenta, quindi, anche una sorta di riscatto dal destino residuale dello scarto tecnologico: l’arte non conosce il progresso, soltanto il cambiamento, la mutazione.